4° Festival Invernale di Lubiana: Hommage a Beethoven

Tre eventi per cellebrare il genio di Bonn con i rinomati pianisti e direttori d'orchestra

Details

Dal 2 al 6 febbraio 2020 i visitatori della bellissima capitale slovena avranno la possibilità di arricchire la loro esperienza con i tre concerti di alto livello artistico, proposti dal Festival Invernale di Lubiana. Questo appuntamento, giunto alla quarta edizione, vedrà l’Orchestra filarmonica slovena accompagnare i pianisti di fama mondiale nell’esecuzione delle più famose opere sinfoniche e per pianoforte di Beethoven, il genio di cui si celebra quest'ano il 250° anniversario della nascita. Inoltre, nel 1819, esattamente un anno dopo la prima esecuzione della sua Sinfonia pastorale a Lubiana, il maestro di Bonn divenne uno dei membri onorari della Società filarmonica alla quale Beethoven inviò persino una trascrizione della partitura con correzioni di suo pugno, ora conservata nella Biblioteca nazionale e universitaria di Lubiana.

2 febbraio 2020, ore 19:00, Filarmonica slovena

Ad avviare la serata inaugurale sarà la terza versione dell’ouverture del Fidelio, l’unica opera teatrale scritta da Beethoven. Seguirà il Concerto per pianoforte e orchestra n.1 in do maggiore op.15 eseguito dalla pianista Imogen Cooper, nota interprete del repertorio classico e romantico. Nel corso della sua carriera la pianista inglese, figlia dello stimato critico musicale Martin Cooper, ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali ed è membro onorario della Royal Academy of Music. Nella seconda parte della serata, il celeberrimo artista Alexei Volodin, ospite fisso di alcune tra le più famose orchestre del mondo, come la New York Philharmonic Orchestra, l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, l’Orchestra della Tonhalle di Zurigo e la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, eseguirà il Concerto per pianoforte n. 3 in do minore, op. 37. I solisti saranno accompagnati dall’Orchestra filarmonica slovena, diretta da Bojan Suđić, tra i direttori d’orchestra serbi più in vista della nuova generazione.

4 febbraio 2020, ore 19:00, Sala Union, Grand Hotel Union

Nella seconda serata del Festival, l’Orchestra filarmonica slovena si esibirà sotto la bacchetta del direttore ungherese András Keller, fondatore del rinomato quartetto d'archi Keller. Con l’orchestra si esibiranno due acclamati pianisti. Leonel Morales, nato a Cuba, si è trasferito in Spagna all’età di 25 anni e ha raggiunto fama mondiale ottenendo i massimi riconoscimenti nei numerosi concorsi internazionali cui ha partecipato. Attualmente Morales svolge il ruolo di professore ordinario presso l’Accademia musicale estiva di Salisburgo e la Facoltà di musica e arti dello spettacolo dell’Università “Alfonso X el Sabio” di Madrid. La pianista slovena Tatjana Ognjanović ha studiato pianoforte con Dubravka Tomšič-Srebotnjak presso l’Accademia musicale, dove si è diplomata nel 1986. È stata premiata in vari concorsi pianistici e ben tre volte con un premio speciale per la migliore esecuzione di una sonata di Beethoven. Dal 1993 è docente all’Accademia musicale di Lubiana. Durante la serata verranno eseguiti il Concerto per pianoforte e orchestra n.2 in si bemolle maggiore op.19, il Concerto per pianoforte e orchestra n.4 in sol maggiore op.58 e la Sinfonia n.1 in do maggiore op.21.

6 febbraio 2020, ore 19:00, Sala Union, Grand Hotel Union

Durante la serata di chiusura verranno eseguiti il Concerto per pianoforte e orchestra n.5 in mi bemolle maggiore op. 73 detto l'Imperatore e la Sinfonia n. 5 in do minore, op. 67. Nei panni di solista si esibirà Aleksander Gadžijev, considerato tra i migliori pianisti della nuova generazione. Ha iniziato la carriera solistica a 11 anni, continuando a studiare con rinomati professori ottenendo un ricco palmares nonché gli apprezzamenti della critica internazionale che ha eloggiato la sua tecnica ed il virtuosismo. Al concerto del Festival Invernale, sarà accompagnato dall’Orchestra filarmonica slovena diretta dall’inglese Jan Latham-Koenig, dal 2011 direttore artistico del Kolobov Novaya Opera Theatre di Mosca. Koenig è, inoltre, il direttore artistico dell’Orchestra filarmonica UNAM del Messico e dell’Orchestra sinfonica delle Fiandre, e collabora regolarmente con altri teatri d'opera come il Teatro Massimo di Palermo ed il Teatro dell'Opera di Roma.

Maggiori informazioni e biglietti su
ljubljanafestival.si
www.facebook.com/ljubljanafestival
www.instagram.com/ljubljanafestival
www.youtube.com/user/TheFestivalLjubljan…

Date 2020